“Sto per tornare a casa” di Vincenza Fava, Scatole Parlanti.

In ambito letterario-artistico, il destino delle donne è un protagonista affidabile che genera un notevole spessore: ci sono gli spigoli, le sfumature, gli alti e i bassi, le ombre e le luci, i dubbi e le certezze. E poi i cambiamenti che sfidano le basi, il futuro che non è mai troppo distante dal passato,Continua a leggere ““Sto per tornare a casa” di Vincenza Fava, Scatole Parlanti.”

“Istruzioni per un disastro” di Nicola Cavagnaro, Scatole Parlanti

  “… Da tempo Giovanni si sentiva a disagio, come fosse fuori posto in mezzo ai suoi amici, una delle ultime volte in cui si erano trovati, una settimana prima della partenza, aveva avuto la sensazione di essere quasi un estraneo…” Avete presente quelle situazioni nelle quali vi trovate a osservarvi e a sentire il vostroContinua a leggere ““Istruzioni per un disastro” di Nicola Cavagnaro, Scatole Parlanti”

“Il gioco non vale la candela” di Giulia Viganò,Scatole Parlanti.

La brevità è sinonimo d’intelligenza, competenza e saggezza. In letteratura, soprattutto, saper utilizzare uno stile diretto e pulito per trattare concetti profondi e tramutare l’astratto in concreto e comprensibile, è uno degli esercizi di scrittura che richiedono più impegno e costanza. Talvolta, però, essere brevi, concisi e saper arrivare dritto al cuore della questione, èContinua a leggere ““Il gioco non vale la candela” di Giulia Viganò,Scatole Parlanti.”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito